martedì 28 febbraio 2017

Renzi e il “lavoro di cittadinanza”

Renzi difende a spada tratta il lavoro fatto con il Jobs Act, come "tutti i tre anni di grandi passi avanti", ma è un tassello al quale ne vanno aggiunti altri per rispondere alla questione di fondo: come sostenere un sistema di protezione a chi resta fuori dal processo di innovazione.
"Fermare il progresso e la tecnologia o pensare di rallentare è assurdo", sostiene l'ex premier: "Le invenzioni, dalla stampa all'automobile, hanno avuto sempre ricadute sociali. Compito della politica è ora affrontare i problemi che derivano dalla rivoluzione digitale e i costi in termini di perdita di posti di lavoro". Ma, aggiunge, "contesto la risposta grillina al problema. Garantire uno stipendio a tutti non risponde all'articolo 1 della nostra Costituzione che parla di lavoro non di stipendio. Il lavoro non è solo stipendio, ma anche dignità. Il reddito di cittadinanza nega il primo articolo della nostra Costituzione", invece "serve un lavoro di cittadinanza".

Vogliamo subito dirle che siamo d’accordo con Lei, signor ex Presidente Renzi, un lavoro dignitoso per tutti. Ma nel frattempo che facciamo se non abbiamo i mezzi di sopravvivenza.
Signor ex Presidente Renzi le ricordiamo che oltre all’articolo 1 della Costituzione, esiste anche l’articolo 38. ,,, I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidita` e vecchiaia, disoccupazione involontaria. ,,,

sabato 25 febbraio 2017

in Italia si può morire di fatica

Paola Clemente, 49 anni, il 13 luglio del 2015 è morta di fatica nei campi di Andria (in Puglia). L’ha ammazzata il lavoro: dodici ore al giorno per 27 euro di paga. Dalla sua morte è partita una inchiesta della Procura di Trani che ieri ha portato all’arresto di sei persone per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro…  http://www.lastampa.it/2017/02/24/italia/cronache/morta-di-fatica-nei-campi-in-manette-sei-caporali-zEfgBoOQKFQM40xkJ1v8LL/pagina.html
Basterebbe un ufficio di collocamento pubblico in ogni comune per saltare l’intermediazione mafiosa del caporalato.


Per i post recenti o in evidenza di Crea pane e lavoro vai all’ Home page

mercoledì 22 febbraio 2017

Con i tassisti o con le concentrazioni?

Che i tassisti siano un po’ corporativi nel difendere il proprio lavoro e non hanno voluto l’arrivo di tanti altri tassisti, è una storia del passato che conosciamo. Ma ora i tassisti stanno lottando non solo per difendere le loro prerogative; stanno lottando per non essere spazzati via dall’avanzare delle grandi concentrazioni capitalistiche nel settore del trasporto.

martedì 21 febbraio 2017

un manifesto per un’economia umana

Il manifesto è stato redatto da Oxfam, organizzazione internazionale che lotta contro la povertà.
Forse una firma non basta per risolvere i problemi, forse però può essere uno dei modi per cominciare a lottare
Ecco i il manifesto e i link dell’Oxfam

lunedì 20 febbraio 2017

La corruzione ostacola il lavoro

Notizia del 2 febbraio 2017 da conservare.  
Oggetto da rubare: i fondi della comunita' europea diretti al sostegno economico di nuclei familiari in difficolta'. L'inchiesta riguarda, in particolare, la gestione dei fondi del credito sociale ed ha portato complessivamente all'arresto di nove persone.  

domenica 19 febbraio 2017

Allarme caduta prezzi del riso italiano

Allarme rosso per il riso italiano. Il timore di un collasso dei prezzi è reale. 
A Novara il Carnaroli, che i consumatori trovano sugli scaffali almeno a due euro al chilo, è stato quotato lunedì scorso da 350 fino a 390 euro la tonnellata. Negli anni scorsi era arrivato quasi al triplo.

sabato 18 febbraio 2017

Danimarca agricoltura biologica al 100% entro il 2020

A quando in Italia? E si potrebbe avere anche un incremento occupazionale se si pensa al riciclo dei rifiuti organici e al maggior impiego della mano d’opera in agricoltura.
In Danimarca sono almeno 25 anni che si sperimentano metodi per l’agricoltura “biologica”. Nei quasi dieci anni dal 2007 ad oggi, la produzione di cibo organico e’ aumentata del 200%.

venerdì 17 febbraio 2017

Più morti senza l'articolo 18

…in questi dieci anni di monitoraggio quello che salta di più agli occhi è che a morire sui “luoghi di lavoro” al 95% sono lavoratori che non hanno l’articolo 18, solo una piccola parte, meno del 5% non sono coperti da questo articolo che tutela chi lavora anche sulla Sicurezza …

Intervento di Carlo Soricelli curatore dell’ Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro

giovedì 16 febbraio 2017

Caso - Sevel/Atessa/Pipì - arriva in Parlamento

Il partito Sinistra Italiana ha presentato un’interrogazione parlamentare al premier Paolo Gentiloni sulla mancata pausa bagno alla Sevel di Atessa, stabilimento Fca (Fiat Chrysler): “Il 7 febbraio un operaio della fabbrica ha chiesto ripetutamente di poter andare al bagno, ma gli è stato vietato ed è stato costretto così a farsi la pipì addosso”, […]
Spesso le interrogazioni parlamentari lasciano il tempo che trovano. Chissà se risponderanno i parlamentari che si assentano molto spesso dall’aula del Parlamento, e magari fossero solo i cinque minuti necessari per fare la pipì.
il precedente post di Crea pane e lavoro sull’argomento
http://creapaneelavoro.blogspot.it/2017/02/quando-il-lavoro-diventa-farsela-addosso.html
Per i post recenti o in evidenza di Crea pane e lavoro vai all’ Home page

mercoledì 15 febbraio 2017

Lavoro a quasi dieci anni dall’inizio della crisi

Stralci di una intervista al sociologo Domenico De Masi
… Ogni giorno ci viene raccontato che la disoccupazione è effetto di una crisi passeggera ma, nei fatti, la crisi non passa e, anche se passasse, nessuno ci assicura che con essa cesserebbe anche la disoccupazione…. 

martedì 14 febbraio 2017

Risarcire quella morte straziata

Andate a verificare se è vero che questa famiglia è stata risarcita. E’ l’appello dell’Osservatorio morti sul lavoro
Per quattro anni quello di Mihai rimase un cadavere senza nome. Un fantasma sconosciuto all’anagrafe. Sulla lapide unicamente quelle due lettere: «N. N», non nominato.

lunedì 13 febbraio 2017

Ma se le lettere a Mattarella fossero tante!?

Dopo la vicenda del 
un giovane lavoratore precario scrive a Mattarella
Mi chiamo Alessio ho 30 anni, e sono un lavoratore precario. Uno come tanti precari presenti in Italia oggi, un precario proprio come Michele che non ha più retto il peso di questa vita così difficile e ha scelto di non farne parte. Io mi rivolgo ai politici, al Presidente Mattarella, a tutti coloro che hanno la possibilità di avere un futuro, a tutti gli industriali che sfruttano ragazzi come me o come Michele con leggi assurde che gli permettono di trattarci come spazzatura, vi chiedo solo di avere coscienza e fare in modo che qualcosa cambi.

domenica 12 febbraio 2017

Immigrati a lavorare gratis???

L’idea di usare il lavoro per affrontare e risolvere le questioni di immigrazione regolare e clandestina è sicuramente una buona idea;  ma non deve diventare un occasione di sfruttamento improprio d’immigrati, di arricchimento per qualche azienda; e soprattutto non deve diventare fonte di divisione tra italiani disoccupati e immigrati.

sabato 11 febbraio 2017

Quando il lavoro diventa farsela addosso

Aveva chiesto più volte di poter lasciare la catena di montaggio per andare alla toilette.
Un lavoratore della Sevel di Atessa, in provincia di Chieti, è stato costretto a urinarsi addosso perché gli è stato impedito di andare in bagno.

venerdì 10 febbraio 2017

Spesso viene raccontata una favola

Non mancano mai sui giornali italiani articoli che raccontano l’esperienza di uno o due italiani che hanno fatto fortuna all’estero. Qui un esempio di un articolo del 20 gennaio 2017 sul Fatto quotidiano che magnifica le condizioni di lavoro in Inghilterra

giovedì 9 febbraio 2017

Industria dell’auto – ripresa delle immatricolazioni


Dati del  mercato italiano dell'auto nel 2017: a gennaio - secondo i dati del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture - le immatricolazioni sono state 171.556, il 10,08% in più dello stesso mese del 2016.

mercoledì 8 febbraio 2017

Fallito il part time agevolato del governo Renzi

Fallito il part time agevolato del governo Renzi, riconosce il flop  lo stesso ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, riconosce che la misura non ha dato i risultati sperati e che bisognerà far ricorso a «strumenti diversi».
Sono state infatti appena 200 le domande accolte dall'Inps

martedì 7 febbraio 2017

Raga, vi vogliono silenziosi e divisi: lottate, lottate,lottate. Difendete la vostra vita. Michele, trenta anni, si è tolto la vita stanco di disoccupazione e di precariato.

Raga, vi vogliono silenziosi e divisi: lottate, lottate,lottate. Difendete la vostra vita.
Michele, trenta anni,  si è tolto la vita stanco di disoccupazione e di precariato. I genitori hanno voluto pubblicare su Il Messaggero Veneto, la lettera-denuncia del figlio. 
Riportiamo qui la lettera di Michele apparsa oggi 7 febbraio 2017 sul Messaggero Veneto
di MICHELE
Ho vissuto (male) per trent’anni, qualcuno dirà che è troppo poco. Quel qualcuno non è in grado di stabilire quali sono i limiti di sopportazione, perché sono soggettivi, non oggettivi.
Ho cercato di essere una brava persona, ho commessi molti errori, ho fatto molti tentativi, ho cercato di darmi un senso e uno scopo usando le mie risorse, di fare del malessere un’arte.

lunedì 6 febbraio 2017

Potevi essere in pensione e muori sul lavoro

Due ultrasessantenni morti sul lavoro in un solo giorno
66 anni cadendo cadendo in una casa in ristrutturazione
63 anni muore alla guida di un camion
Da blog di Carlo Soricelli “Osservatorio indipendente di Bologna morti sul lavoro in Italia” http://cadutisullavoro.blogspot.it/
6 febbraio 2017

Anche nella giornata di oggi ci sono altri due lavoratori morti sui luoghi di lavoro.

sabato 4 febbraio 2017

Karoshi, morte per superlavoro in Giappone

«karoshi»: la morte per sfinimento sul lavoro, 200 morti l'anno.
Anche molti casi di suicidio in Giappone sono stati imputati al superlavoro.
Dopo l’ennesimo caso di morte per  «karoshi»:  il Governo ha messo mano a una riforma che prevede un tetto mensile medio di straordinari a 60 ore, ma con eccezioni di 100 ore per i mesi di grande domanda della produzione.
Una morte per infarto viene considerata «karoshi» se il dipendente ha fatto 100 ore di straordinario il mese precedente…

Per i post recenti o in evidenza di Crea pane e lavoro vai all’ Home page

venerdì 3 febbraio 2017

Conferenza su DDL: Introduzione del reato di omicidio sul lavoro

GIOVEDI' 9 febbraio 2017 ORE 13,00
Sala Caduti di Nassirya
Palazzo Madama - Senato della Repubblica
Conferenza di presentazione del DDL: "INTRODUZIONE DEL REATO DI OMICIDIO SUL LAVORO
Nella conferenza saranno presentati gli Atti del Convegno di Medicina Democratica ( tenuto presso il Senato della Repubblica il 23 settembre 2016, edito da MD, AIEA, Isde, Legambiente, Cittadini Reattivi)
Ne dà notizia Carlo Soricelli curatore dell’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro, che è stato invitato alla Conferenza di presentazione

giovedì 2 febbraio 2017

Palermo: energia elettrica dal mare si può ...

Una soluzione rivoluzionaria arriva dall’Università di Palermo.
Con l’acqua di mare si può produrre energia elettrica sfruttando gli impianti di dissalazione. Energia pulita a basso costo e a impatto ambientale zero, che al contrario di quella eolica o solare non ha bisogno della presenza di vento o luce diurna per essere prodotta.

mercoledì 1 febbraio 2017

Dicembre disoccupazione al palo del 12%

Il tasso di disoccupazione a dicembre è rimasto stabile in Italia attestandosi al 12 per cento (in crescita però dall'11,6 del dicembe 2015).